Logo-LM-Environment-Large-Movements
Logo offerto da: Rainer Maria Baratti

Il pinguino imperatore è il simbolo indiscusso dell’Antartide ma i cambiamenti climatici minacciano la sua esistenza. Effetti come la scomparsa dei ghiacciai e l’acidificazione degli oceani dovuto all’aumento del CO2, rischiano di privare questa specie del cibo e della casa.

Parallelamente, anche le comunità umane sono minacciate dagli effetti dei cambiamenti climatici. Crisi ambientali e migrazioni sono di rilevanza storica nella nostra epoca e, sempre più spesso, alla base della necessità di abbandonare le proprie case vi sono degrado ambientale e distruzione delle economie locali causati dall’estrazione delle risorse, dalla contaminazione, dai disastri naturali e dai devastanti effetti del riscaldamento globale.

I cambiamenti climatici minacciano il godimento di diritti fondamentali come il diritto alla vita, il diritto all’alimentazione od i diritti culturali delle popolazioni indigene. Spesso la violazione di tali diritti può tradursi in una maggiore tensione a livello locale a causa delle risorse naturali che diventano via via sempre più scarse. Possiamo pensare ai conflitti per l’acqua.

L’incremento delle migrazioni forzate determinate da cause ambientali è il segno più tangibile dello stretto legame esistente tra crisi ambientale ed economica da un lato, e un modello di sviluppo che infrange pericolosamente i limiti ecologici del Pianeta e quelli di giustizia sociale e intergenerazionale, dall’altro. Parallelamente alla lunga marcia per una vita migliore, vi è una marcia che coinvolge tutti noi in quanto parte dello stesso mondo: la marcia per la giustizia climatica e ambientale. 

LM Environment è la rubrica di Large Movements che vuole compiere un “tuffo” nelle profondità delle cause ambientali, geopolitiche e geoeconomiche che causano le migrazioni ed andare alla scoperta dei danni irreversibili che colpiscono gli ecosistemi e le comunità umane che vi abitano.

In questa sezione di LM Environment verranno affrontati approfondimenti di natura normativa relativi alla lotta al cambiamento climatico, ai diritti umani messi a rischio dal riscaldamento globale ed ai progressivi sviluppi rispetto al riconoscimento della categoria dei “rifugiati ambientali”.

In questa sezione, LM Environment tratterà i fattori ambientali che causano la migrazione nei vari paesi di origine, focalizzandosi sugli impatti del riscaldamento globale e dei progetti di sviluppo sulle comunità umane e sulla loro food security, ovvero la possibilità di accedere a cibo sufficiente per una vita sana e attiva.