Chi siamo?

Large Movements è un progetto ideato da ragazzi accomunati dalla passione per il diritto umanitario ed internazionale. Pur provenendo da esperienze diverse, siamo tutti pervenuti alla stessa conclusione: non ci si può limitare a ripetere come un mantra i principi del diritto internazionale e/o umanitario. Tali principi sono sconosciuti ai più e di difficile comprensione per coloro che non hanno un minimo di background giuridico.  Questo rende altamente difficile sensibilizzare al tema la stragrande maggioranza della popolazione.

L’obiettivo

Noi di Large Movements vogliamo trovare un modo per comunicare proprio con chi non conosce le disposizioni, i trattati, la disciplina generale che regolano i flussi migratori. Questo perché siamo fermamente convinti che c’è bisogno di trovare il modo di far comprendere a chiunque il fenomeno migratorio. Per farlo Large Movements vuole spiegare nella maniera più semplice  le discipline internazionale e nazionale che regolano tale fenomeno. L’obiettivo è anche quello di contrastare nella maniera più incisiva possibile il dilagante e preoccupante problema della sempre maggiore diffusione di fake news.

Il progetto

Su Large Movements abbiamo scritto articoli di divulgazione giuridica ma ci siamo accorti che non tutti si dedicano a questo tipo di lettura. Per questo motivo abbiamo deciso di produrre dei contenuti video. Il progetto Large Movements però non si limita alla divulgazione giuridica. Large Movements vuole mettere le persone che visitano il sito di fronte al fatto che i migranti sono persone come noi, con sogni, paure ed aspettative. Oltre che persone con competenze specifiche che possono essere integrate nel nostro tessuto sociale. Per fare ciò Large Movements è strutturato in diverse sezioni.

Le regole del viaggio

In “Le regole del viaggio” Large Movements vuole fare sia divulgazione giuridica che commentare le ultime news che riguardano le migrazioni. La volontà è quella di fornire un occhio critico e di portare tali argomenti alla portata di tutti. 

Uno sguardo più da vicino

In “Uno sguardo più da vicino” Large Movements vuole portare avanti una “rubrica sociale”. Qui si potranno trovare prevalentemente contenuti video. Nelle nostre interviste saranno quei ragazzi spesso chiamati “migranti” a parlare e a spiegare le cose che per loro sono importanti e le loro esperienze di inclusione. Large Movements vuole semplicemente far capire che il migrante non è “una bestia aliena” ma una persona come noi. Una persona con le stesse aspirazioni e gli stessi bisogni e che come tale merita di preservare la propria dignità. Large Movements inoltre intervisterà anche i volontari e le figure dei vari progetti di inclusione. Lo scopo è quello di raccontare le diverse esperienze e le motivazioni personali che spingono queste persone a dedicarsi agli altri.

 Large Movements vuole anche valorizzare l’arte (intesa in ogni sua forma: cinema, teatro, musica, cucina, etc) dei migranti di prima e seconda generazione. Large Movements vuole dar voce direttamente a coloro che vivono il dramma della mancata inclusione e di far conoscere i paesaggi, la cultura, le tradizioni, la poesia che contraddistingue popolazioni tanto dissimili da noi ma con le quali abbiamo molto più in comune di quanto possiamo pensare.

Migrazioni on the road

In “Migrazioni on the road” Large Movements ha una sezione nella quale si racconta la storia geopolitica e socio-economica di una nazione attraverso delle “schede Paese” . L’obiettivo infatti è arrivare a crearne una per ciascuna nazione dalla quale provengono i richiedenti asilo e/o i migranti economici di tutte le parti del mondo. Questo per far capire che l’ormai tristemente famoso approccio dell’”aiutiamoli a casa loro” non è così facilmente realizzabile come spesso viene fatto sembrare. Anzi spesso “casa loro” non c’è più e/o non è più un ambiente abitabile. A ciò si aggiunge che in un recente rapporto FAO addirittura si dice che lo sviluppo economico incentiverebbe, in una prima fase, le migrazioni.

Migrazionario

In “Migrazionario” Large Movements vuole raccogliere i termini tecnici e quelle parole poco comprensibili che vengono utilizzate nei nostri articoli. La volontà è quella di essere il più possibile chiari e trasparenti oltre che aiutare gli studenti che studiano questi temi.

Messaggiaci!

Poiché siamo anche ben consapevoli che, essendo esseri umani, non possiamo coprire tutti i temi che potrebbero interessare un singolo, abbiamo creato un indirizzo di posta alla quale chiunque ci può scrivere chiedendoci informazioni. Per chi è interessato può trovare il form di contatto nella nostra homepage! Per di più, pur rispondendo a tutti, le richieste che ci sembrano più interessanti verranno pubblicate (con la relativa risposta) in forma anonima sul sito, così che possano essere d’aiuto per tutti gli utenti di Large Movements.

Il team di Large Movements ringrazia